sponsor

#tuttiperlascuola, tu ci stai?

19 gennaio 2015

Tutti per la scuola

Ogni figlio ha una sua storia, e con loro trascorreremo una parte di vita. Ci hanno scelto come genitori e noi abbiamo il dovere di farli crescere nel miglior modo possibile, il nostro.

Proprio il nostro lavoro, quello genitoriale, è veramente arduo, difficile fin dal primo momento. Dalla nascita in poi è tutta una scoperta, emozioni fortissime e nuovi problemi da affrontare.

Chi non si è trovato, almeno i primi giorni a farsi delle domande, del tipo: “Perché il mio frugoletto piange?”

Oppure: “Avrà fame, sonno, sete, forse freddo?”

Poi tutto si risolve, noi e loro prendiamo il ritmo, ci si conosce e riconosce.

Devo dire che i primi tempi sono stati durissimi, il primo figlio è un po’un trauma. Però cambia il modo di vedere le cose, si scopre veramente che cos’è l’amore, quello che vuol dire “avere dei figli”, il bene assoluto anche se nostro sistema nervoso è messo a dura prova.

Bene; trascorsi i primi mesi, di culla- latte-cacca, si passeranno le varie fasi di pappe, prime parole, primi passi, spannolinamenti vari.

Nel frattempo crescono, non vi sto a raccontare poi di quando crescono troppo e arrivano all’adolescenza, sui 13-14-15-16-17-18 anni sono il contrario dell’amore, ma si sopporta.

E poi c’è la scuola, i miei figli tutti e 4, hanno frequentato le scuole dell’infanzia, comunali, e poi le primarie statali. Mi sono sempre trovata benissimo. Certo di esperienza di vita all’interno dell’ambito scolastico, come genitore, solo per il numero di anni, ne ho. Facendo due rapidi calcoli, sono 13 anni che bazzico tra una scuola all’altra, tra un orario e l’altro e tra maestri vari.

In questi anni, tanto è cambiato, senza nulla togliere alle varie bravissime insegnanti a gestirsi anche nel ridimensionamento del budget degli “attrezzi da lavoro” a loro disposizione.

Ogni tanto vengo coinvolta in qualche iniziativa per recuperare fondi per la scuola. Non vi sto a tediare su quanti e quali progetti abbiamo sviluppato, che vanno dalle recite ai mercatini, ma vi voglio far vedere ultimissimo progetto che ha coinvolto genitori e alunni della IV D per l’acquisto di una Lavagna Interattiva Multimediale.

Un grandissimo impegno, un gran spiegamento di forze di alunni, insegnanti e genitori. Siamo riusciti a far partecipare quasi tutti i genitori (cosa non sempre facilissima) e questo è già stato un successo enorme.

Anche tanti papà!

Ribbet collage

I bambini, neanche a dirlo erano tutti contentissimi, c’è stata una collaborazione totale, sia nella creazione dei manufatti che nella vendita.

output_WmdgzE

E’ andata benissimo.

La Lim arriverà a giorni.

Anche voi collaborate e date una mano alla scuola del vostro cuore?

Di iniziative oltre alla mia e di altre mamme sparse per il paese, ce ne sono altre, come quella di andare a far la spesa nei supermercati e raccogliere i punti per donali sotto forma di materiale didattico.

SELEX Gruppo Commerciale Spa, importante distributore italiano che opera attraverso Imprese Associate in tutte le regioni d’Italia ed è impegnata da sempre nelle azioni di responsabilità sociale che ne valorizzano la presenza all’interno delle comunità in cui opera.

“Tutti per la scuola” è rivolta alle scuole dell’infanzia e alle scuole primarie di tutto il territorio nazionale, pubbliche e paritarie. Potete consultare il sito completamente dedicato:qui.

Raccogliendo i punti e regalandoli alla scuola di tuo figlio o a quella da te  scelta, aiuterai la scuola a ricevere materiali didattici! Dal computer ai quaderni e alle matite, fino ai giochi e ai materiali didattici per i più piccoli.

Verificate anche voi se le loro scuole possono aderire al progetto e, nel caso ci fossero le premesse, invogliatele a partecipare.

Per noi, per i nostri figli e per il nostro futuro!

Questo post è offerto da Selex.banner_blog

Potresti essere interessato anche a :

No Comments

Leave a Reply