collaborazioni, polyshrink

Su Mamma Felice con un ciondolo

24 aprile 2013

Ciondolo labirinto con i vassoi di plastica

Continuano gli esperimenti con il polyshrink casalingo. Dopo aver provato a fondere il primo coperchio del contenitore dei ravioli per farne un anello ho pensato di realizzare un ciondolo sempre utilizzando i vassoi.

L’articolo completo con tanto di tutorial fotografico e descrittivo lo trovate qui su Mamma Felice dove mi sono divertita a disegnare un piccolo labirinto per poter giocare nei momenti di noia o poter far giocare chi mi vuole bene.

Il procedimento è quello solito che uso per il polyshrink, lo disegno, lo ritaglio, faccio i dovuti fori e poi dopo averlo poggiato su della carta apposita lo metto a restringere all’interno del forno. Il calore farà la magia del restringimento e ispessimento del materiale, ne uscirà una creazione perfettamente personalizzata e personalizzabile nei minimi particolari.

Si potrebbe anche utilizzare un altro metodo per miniaturizzare il pezzo e ciò prevede un soffiatore d’aria calda (Embosser), per i miei primi esperimenti ne avevo usato uno molto simile trovato in cantina, ma devo dire che con un po’ d’esperienza e qualche esperimento ho trovato più valido il riscaldamento con il forno casalingo.

L’Embosser avrà i suoi vantaggi, ma il pezzo deve essere mantenuto fermo con qualche strumento tipo pinze o più semplicemente un uncinetto dunque prenderebbe letteralmente il volo, ma questo fa si che il calore non giunga in maniera uniforme creando qualche antiestetico avvallamento.

Per la stessa motivazione, cioè il sollevamento della creazione, la superficie non può essere cosparsa da borotalco, cosa che io faccio regolarmente soprattutto con le parti molto appuntite. La conseguenza può essere drammatica cioè se il pezzo ha particolari troppo sottili e appuntiti si saldano irrimediabilmente assieme. 🙁

Questo l’ho capito dopo un po’ che lo lavoravo, sbagliando per infinite volte questa spilla a margherita.

Spilla margherita in polyshrink

Non so quante volte l’ho fatta e ogni volta i petali si accartocciavano e si legavano tra loro. Una disperazione sin che non m’è venuta l’idea del borotalco, poco, ne occorre pochissimo ma risolve il problema!

Dopo aver estratto la propria creazione dal forno e si è raffreddata, metterla sotto l’acqua e tornerà come prima.

Logicamente il contenitore è trasparente per cui la resa è diversa, ma il mio labirinto ha riscontrato un gran successo!

ciondolo con vassoio dei ravioli Un gioco per grandi e piccini che da la possibilità di portare Cupido al cuore. Se volete potrete anche indicargli la strada giusta colorandola, la via del tanto sospirato cuore sarebbe più facile.

Non vi resta che andare a leggere il post qui dalla Mamma più Felice d’Italia!

🙂 🙂 🙂

Potresti essere interessato anche a :

No Comments

  • Reply Moni 29 aprile 2013 at 8:19

    Mi stai stuzzicando sempre più con questa tecnica. Devo dire che il tutorial e molto preciso… mi tocca proprio provarci!!
    Ciao Moni

    • Reply islaura 29 aprile 2013 at 9:07

      Grazie Moni, fammi sapere come è andata 🙂

    Leave a Reply