carta, esperimenti, riciclo, sponsor, tutorial, varie

Portamonete con il brik del latte: Latte Tigullio il mio racconto

2 luglio 2015

latte-tigullio

Un pomeriggio e una bellissima serata a Rapallo. Il pomeriggio trascorso alla Centrale del Latte Tigullio e la sera passata tra la buona tavola, la musica e la cultura del nostro territorio. Il tutto unito da un unico denominatore: promuovere uno stile di vita all’insegna della sostenibilità ambientale, dell’ecologia e del consumo di prodotti a chilometro zero.

La Centrale del Latte Tigullio si trova in una frazione del comune di Rapallo, S. Maria del Campo, dove lo stabilimento è ancora presente nel medesimo sito dove è stato creato 61anni fa. Nel 1954 nasceva una piccola centrale del latte, dove i contadini dei dintorni portavano il latte delle loro mucche, dove negli anni con impegno, investimenti importanti, innovazione tecnologica, collaborazione con i migliori partner,costante ampliamento dei prodotti offerti agli affezionati clienti, questa piccola realtà è diventata in poco tempo nota e leader in tutta la regione.

Una storia di persone che sono state protagoniste della crescita di una dinamica realtà industriale, ma soprattutto una storia di legame con il territorio e con le famiglie, un lungo percorso che nasce dalla passione per l’alimento più prezioso, il latte, per arrivare a offrire una vasta gamma di prodotti all’insegna del gusto e della tradizione, distribuiti puntualmente ogni giorno su di un territorio difficile come quello ligure.

Gif-animata-latte-tigullio-rapallo

E così è iniziato il mio tour dell’azienda inseme alle altre mamme blogger invitate, l’azienda che produce latte da tanti anni; abbiamo potuto vedere come viene avviata la produzione sino al confezionamento finale. Abbiamo osservato dove il latte arriva la sera, lavorato la notte per poi giungere freschissimo nei negozi già al mattino seguente.

Gif-latte-tigullio.

Dopo aver conosciuto la lavorazione e i processi del latte, ci siamo trasferite in centro Rapallo per approfondire l’argomento food della zona con i prodotti locali. Siamo state a trovare il signor Gian Pietro del pastificio “La Casana” che ci ha raccontato i segreti dei ravioli speciali di preboggiun e prescinseua, rigorosamente fatti a mano. Poi è stata la volta della bottega Parla Come Mangi, dove abbiamo potuto gustare un ottimo vino bianco.

Gif-latte-tigullio.

…e poi come non iniziare le degustazione dei piatti in una location suggestiva, naturale e a cielo aperto? Abbiamo così potuto apprezzare deliziose ricette in mezzo al verde, grazie all’originalità e alla territorialità dei prodotti locali. Nelle varie aree di ristoro, infatti, gli chef hanno utilizzato ingredienti caratterizzati dal marchio”Antichi Ortaggi Tigullio”.

Gif-latte-tigullio.

La serata è proseguita nel migliore dei modi, con buon cibo, buon vino e buona musica. Uno scenario spettacolare tra le vie della cittadina ligure. Ci siamo così portati a casa una meravigliosa esperienza, abbiamo conosciuto una realtà locale che funziona, attenta ai gusti delle persone e con un’occhio di riguardo per l’ambiente. In questo video potrete approfondire la conoscenza dello stabilimento Latte Tigullio.

Cosa potevo realizzare con la confezione di latte, io che sono specializzata in riciclo? Un oggetto utile, da realizzare in pochissimo tempo e adatto veramente a tutti, un piccolo portamonete!

Occorrente-Latte-tigullio-portafoglio

Occorrente: 1 confezione del latte; forbici; velcro adesivo.

Difficoltà del lavoro: facilissimo.

Tempo occorrente per la realizzazione: 5 minuti.

Adatto a chi: tutti.

Qui vedete la confezione piegata come mi è stata fornita dall’azienda e ho ritenuto opportuno per le prime foto lasciarla così. Voi, invece, la avrete già aperta e svuotata dal contenuto. 

collage

Foto 1-2: la base del cartone del latte è quadrata. Riportare la misura della base sull’altezza per la realizzazione di un cubo.

Foto 3: tagliare il cartone. Vi ritroverete con un cubo privo di una faccia.

Foto 4-5: tagliare una faccia. Tagliare le due facce laterali in maniera obliqua.

Foto 6-7: piegare all’interno. Premere bene per conferire la forma.

Foto 8-9: fissare il velcro adesivo all’interno, il piccolo portafoglio è così creato!

portafoglio-riciclato-tetra-brick

portafoglio-riciclato-tetra-brick

Buon latte a tutti… per tutti!

Potresti essere interessato anche a :

2 Comments

  • Reply Sharita 4 luglio 2015 at 16:26

    Bella giornata, infatti! Per quanto riguarda il portamonete, sembra veramente facile. Non ci ho mai provato a fare dei portamonete con i brik perchè i tutorial che si trovano in giro mi sembrano troppo impegnativi per una che, come me, ama fare cose “al volo”. L’unica cosa che non capisco bene è se il fondo del brik va tagliato o meno, anche se direi che dalle foto sembra di no… Appena trovo un cartone del late a base quadrata ci provo. Buona giornata!

    • Reply IsLaura 4 luglio 2015 at 18:03

      Ciao Sharita, no, non va tagliato, io ho usato un cartone di latte aperto perché in azienda mi hanno dato quello, ma tu usalo aperto, come lo trovi.
      In pratica il fondo rimane quello dove sono appoggiate le monetine. nella seconda foto dopo il collage. Se hai ancora dei dubbi, ti faccio un piccolo video, ma domani che non ho il velcro in casa 😉
      Fammi sapere. Baci Laura

    Leave a Reply