collaborazioni, sponsor, varie

Philips Lumea Comfort, la mia lotta ai peli

4 giugno 2014

IsLaura  per Philips

Giochino di oggi: trova l’intruso, o meglio trova gli intrusi, che sono tanti.

Sarà il ragazzo che si arena a bordo piscina ignorando la presenza degli scalini appositi?

Sarà la stuoia bagnata e odorosa sulla sdraio a fianco?

Sarà il costume ascellare che dopo la mia comparsa solo Lady Gaga nel 2009 in “love game” è riuscita a rispolverare? L’icona della poppitudine musicale moderna deve a noi giovani donne dei primi anni ’80-’90 parte del suo successo.

Saranno i lividi sulle gambe dovute alle  repentine cadute sul mitico “SI” Piaggio grigio sellalunga?

Oppure saranno quei ciuffi sotto le ascelle? Direi l’ultima che ho detto.

Indecenti e scomposti cespugli di peli. Ma ho l’attenuante degli anni, insomma fine anni ’80 o inizio anni ’90, sfido le mie colleghe d’annata a dirmi dove e come si depilavano.

Oppure ero solo io quella che girava in questo stato pessimo?

Non è che ci facevo così caso, avevo appena separato il folto monosopracciglio scoprendo le pinzette,  eliminato la frangetta strategica copri brufolo, tolto qualche pelo sulle gambe, eliminato il possibile che fuoriusciva dal costume zona inguine e non  mi potevo certo occupare di quello che stava di solito schiacciato sotto le braccia.

Ma passano gli anni e anche le mode in fatto di peli cambiano. La mia lotta è comunque proseguita bella agguerrita, non seguendo il dettame di tutto liscio e tutto perfetto, ma un buon compromesso con tanta fatica.

Prima lo facevo per il maschio, poi le 4 gravidanze mi hanno costretta ad avere cura di me anche in mesi dove gli animali vanno in letargo, ora c’ho l’ansia dell’ospedale, invecchiando ti senti di dover essere  pulita e in ordine “perché non si sa mai”. Mi venisse un attacco di cuore ho la valigia pronta e i peli domati.

Comunque la mia lotta è passata solo attraverso la lametta da barba. Non cerette, e altra roba che ignoro anche il nome.

Lamette prima della spiaggia, sotto la doccia ma anche a secco. Il mio problema è sempre stato il dopo, dopo qualche ora o peggio dopo qualche giorno. Se andavo al mare, le zone appena depilate sembravano immerse nel liquido urticante delle meduse, poi con il passare del tempo, arrossamenti di vario tipo e bolle in zone impensabili. I peli si incarnivano dolorosamente.

Finché a casa nostra non è arrivato Philips Lumea Comfort!

philips lumea

Lumea Philips

Come vedete, non sono l’unica persona felice in casa! Ma che cos’è Philips Lumea Comfort?

Lumea utilizza la luce pulsata, la più recente ed avanzata tecnologia utilizzata per l’eliminazione dei peli superflui. Delicati impulsi luminosi direttamente sui peli spingono i follicoli ad entrare in una fase di riposo inibendo la ricrescita dei peli.

L’epilatore Philips Lumea utilizza la tecnologia IPL, luce pulsata, che viene emessa sotto forma di lampi di breve durata e si trasforma in energia termica che, attratta dalla melanina, viene assorbita atrofizzando il bulbo pilifero. Con questo epilatore si ottiene una depilazione indolore, progressiva e di lunga durata e man mano che viene utilizzato i tempi tra una seduta e l’altra si allungano notevolmente. Sicuramente un metodo di depilazione più duraturo di quello con la crema o il rasoio.

Un trattamento delicato che, ripetuto ogni due settimane, libera dai peli superflui lasciando la pelle liscia. Prima del trattamento, per aumentarne l’efficacia viene consigliato di eliminare i peli tramite rasoio e di detergere bene la pelle. Per questo motivo è importante anche che la pelle non sia abbronzata, in quanto maggiore è il contrasto tra il colorito della pelle ed i peli, maggiore sarà l’efficacia del trattamento, va detto che usato sui peli chiari non è efficace. Un’avvertenza, non usare in gravidanza e in presenza di malattie particolari.

raccontidicasa philips lumea

Io e la depilazione abbiamo fatto quasi fatto pace, sono alla terza applicazione e i bulbi piliferi delle mie ascelle si sono quasi arresi. Infatti i peli si sono molto diradati e molto indeboliti.

Tanto che anche mio figlio (oltre alla figlia femmina, ovviamente) lo vuole provare a tutti i costi.

Buona epilazione a tutti!

Potresti essere interessato anche a :

11 Comments

  • Reply Lucia Malanotteno 4 giugno 2014 at 9:21

    chi di voi lo sta testando mi pare soddisfatta! io son molto tentata per le ascelle proprio… vediamo se riesco a farmelo regalare!

  • Reply firmatocarla 4 giugno 2014 at 9:33

    …solo tu potevi rendere così simpatica e divertente una cosa come la luce pulsata!!! :Dhahaha…
    Tu sei fenomenale, sei riuscita a farmici pensare su, eh! 😉

    • Reply islaura 4 giugno 2014 at 9:36

      Grazie Carla, ora che vedo la mia foto grossa come una casa, mi faccio impressione da sola. Ma come facevo andare in giro così? Ma come ho potuto?
      Appena è arrivato Philips Lumea Comfort mi sono detta, questa è la mia soluzione definitiva a quell’orrore che mi perseguita da tanti anni! 😉

      Un bacio e mille grazie!

  • Reply riciclattoli 4 giugno 2014 at 11:23

    ahahahh, mi fai morire!! MA allora funziona anche per chi ha i peli “relativamente” chiari?

    • Reply islaura 4 giugno 2014 at 11:31

      Considera che con il passare degli anni io son diventata scura.
      Da giovane ero relativamente chiara, poi taglia e ritaglia son venuti scuri.

      Philips lumea funziona su peli scuretti e pelle non abbronzata è una questione di melanina.
      Sulla confezione c’è un scheda di come funziona, su quale tipo di pelle e quali peli.
      😉

      • Reply riciclattoli 4 giugno 2014 at 12:07

        sì, infatti, anche a me taglia che ti ritaglia si sono scuriti, ma un sacco di persone guardandomi mi hanno sempre detto sta cosa di peli chiari e peli scuri…tanto che mi son chiesta quanto scuro sia un pelo scuro, insomma pensieri altamente impegnati! 🙂 buahhhhhhh

        • Reply islaura 4 giugno 2014 at 12:41

          E hai ragione, ma secondo me è perchè ci vedono chiare di carnagione e chiare di capelli (io poi non lo sono affatto, da che mi conosco ho sempre almeno fatto i colpi di sole) ma io ho veramente i peli scuri. Nella foto in alto sembrano biondi, ma saranno stati cotti dall’acqua di mare e della piscina.

          Discorsi impegnativissimi 😀 😀 😀 ahahahahah

  • Reply Carmela Pelaia 4 giugno 2014 at 11:30

    scusa ma io il ragazzo a bordo piscina proprio non l’avevo visto, ero troppo concentrata sui tuoi peli

    • Reply islaura 4 giugno 2014 at 11:34

      Carmela, ahahahahahahah guarda che impressione…
      Quando ho pubblicato il post e mi sono vista in home page così grossa, ho pensato di levare la foto…
      Poi avrei dovuto riscrivere tutto l’articolo.
      Alla fine l’ho lasciato! 😉

  • Reply Giò 4 giugno 2014 at 14:43

    dici che funziona quind? perché io che sono nera nera capirai come son messa e come te ho l’effetto orticante e i peli che si incarnano… andare dall’estetista ê un’utopia perché quando si decide di andare al lago mica puoi aspettare l’appuntamento dall’estetista no? quindi zac zac lametta e via… la ceretta la faccio ma quando c’è tempo per farla e tempo per aspettare la ricrescita…Insomma sono un disastro ma forse una luce di speranza me l’hai data ( non voglio pensare al costo del malefico apparecchio)

  • Reply laura 5 giugno 2014 at 8:57

    ciao,
    io sono diventata esperta “mondial-galattica” di luce pulsata…
    prima di farla mi ero documentata parecchio.
    ora non vorrei smontarvi dal vostro entusiasmo…però, pur essendo soddisfatta…non è tutto oro quello che luccica
    l’ho fatto presso un centro estetico nel 2006.
    i centri estetici ti dicono che devi fare almeno 10 sedute continuative per avere un buon risultato.
    le sedute devono essere fatte con un mese di distanza l’una dall’altra.
    automaticamente salti i mesi estivi perchè sei abbronzata…(io poi viaggio parecchio anche durante l’anno)…
    cmq alla fine avevo fatto le mie 10 sedute + 2 omaggio…e all’epoca avevo trovato anche una buona offerta.
    i peli devono essere piuttosto scuri perchè quello che conta è il contrasto tra colore della pelle e pelo.
    devono essere rasati prima del trattamento perchè sotto si deve vedere qualcosa proprio per il discorso del contrasto. quindi no ceretta.
    il vero trucco sta nel fatto che bisognerebbe conoscere bene le 4 fasi di crescita del pelo (dette anagen, catagen, telogen e kenogen) e se non ricordo male il pelo dovrebbe essere trattato nella prima fase…
    e come si fa a saperlo?????? mah…
    quindi l’efficacia varia a seconda del periodo in cui si va a colpire….
    le prime 3 sedute pensi di aver risolto il problema…poi ti accorgi che ricomincia la fase anagen….(forse di altri peli? boh) e hai un momento di abbattimento.
    la veritàò è che l’efficacia è all’80%.
    io per i ritocchi delle mie scarse ricrescite ho comprato qualche anno fa l’apparecchietto della baby liss…che all’epoca era un buon compromesso tra maneggiabilità, economia e validità dell’apparecchio/marca.
    purtroppo non lo sto usando costantemente perchè come avevo raccontato in passato…l’anno scorso ho avuto per tutto l’anno due gravidanze finite male…
    volendo ancora cercare un altro figlio…rimando l’utilizzo…quindi non posso dirvi se è efficacissimo…ma fino a quando l’avevo usato…sembrava andare bene…
    quello che hai preso tu mi sembra comodissimo…e poi c’è scritto anche per il viso…di solito quelli casalinghi non lo sono….

    spero di non essere stata troppo prolissa ed avervi annoiato…ho solo voluto portare la mia esperienza…
    poi, sicuramente, rispetto a quando l’ho fatta io…sicuramente la tecnologia ha fatto grandi progressi…

    in ogni caso…dicono che il metodo migliore/definitivo sia l’elettrocoagulazione che però è dolorosetta…o se no il laser..

  • Leave a Reply