varie, vita di tutti i giorni

Io e il voto

24 maggio 2014

frecce tricolori

Questa cosa di aver perso due settimane due campagna elettorale, mi rode molto. Ho avuto 2 settimane intense di vita e di lavoro che mi hanno lasciato fuori da ogni campagna politica. Sono molto dispiaciuta.

Per lavoro scrivo di qualcosa creativo e nella vita, oltre a fare qualcosa di altamente creativo, ho 4 figli che a volte hanno bisogno della sottoscritta, per cui ai tanti impegni extra (anche se  molto interessanti) a volte non mi riesce l’incastro, rimango a migliaia di chilometri di distanza e nemmeno ne intravvedo le ombre.

Ma posso dire quello che penso, oggi, sabato 24 maggio, il giorno prima delle elezioni europee e amministrative?

Intanto non dirò mai per chi voto.

Intanto devo ancora istruirmi su tutto, ho ancora 24 ore di buono, e anche voi, sappiatelo.

Intanto è solo un’opinione personale.

Ma veniamo alla ciccia vera, le elezioni comunali, il mio Comune avrà il nuovo Sindaco!

In questi giorni ho sentito delle cose assurde, ma bellissime, viste da fuori sono veramente comiche. Gente che se la prende con i candidati, i candidati che se la prendono tra di loro, i candidati che vengono minacciati per fatti dei propri antenati e poi via così con il pettegolezzo di bassissimo livello (tipo: c’ha le mutande a pois rosse per cui secondo me è sostenuto dai comunisti, oppure quella c’ha l’ombretto azzurro e in fondo si sa che l’azzurro è un brutto colore).

Detto questo, sento tanti che non vogliono andare a votare.

A questi va il mio pensiero e vi farò qualche domanda e riflessione.

1-Non vi piace nessuno? Ma proprio nessuno, nessuno? Non vi piacciono i componenti delle liste, qualche componente non vi piace?

Allora mi rivolgo a voi; vi piacete al 100%?

No, perché io mi faccio schifo al 98%, ma cerco di accertarmi, per cui magari provate a pensare che le liste non siano perfette (nessuno lo è) ma si può giungere a un buon compromesso.

Nessuno è perfetto, le liste non lo sono, siamo umani e questo è già un buon punto di partenza.

2- C’ho mal di pancia, non posso andare a votare.

Ti propongo una cena a base di riso bollito e vedrai che domani il mal di pancino t’è passato e sarai fresco come una rosa. Già inizi con un po’ di tè verde questo pomeriggio, blando, questa sera riso bollito con un filo d’olio, non tracannarti nulla e domani come per gli esami del sangue, prima vai a votare e poi puoi farti di ciò che vuoi.

Stesso dicasi per i: “non c’ho la macchina” (esistono i taxi) e tutte le altre invenzioni prive di senso, tipo “mi è cresciuto al sedere un mega magnete grosso come una casa che mi tiene attaccato al divano”. Sono scuse, se non vi rapiscono gli alieni, si chiamano scuse.

3- C’ho la comunione di mio figlio.

No, guarda la comunione inizia alle 10,00, io lo so, oppure ancora meglio alle 11,00. Invece di svegliarti alle 9,00 e dover andare dalla parrucchiera, fai una cosa, oggi dopo il tè vai a farti i capelli e così ti passa la fame e il tempo.

Ti svegli presto, vai a votare e poi puoi fare anche la manicure, pedicure, il superfluo e oltre.

Oppure se sei la regina delle minchiate, ci puoi anche andare dopo la festa. Le feste lunghe son così poco eleganti che ci fai anche una bella figura a chiudere le danze alle 9 di sera e ti rimangono ancora 2 ore di tempo.

Per tutte le altre cose serie, tipo non ho la tessera elettorale, l’ho smarrita, ho la nonna disabile, sono all’estero, fate un breve giro su google che vi aiuta lui.

Non mi arrendo.

Andate a votare non solo per me che voglio l’wi-fi libero (chi me lo da? insomma chi?), ma anche per i vostri figli, le generazioni che verranno e per chi ha combattuto, creduto sino alla morte per questo.

Ora vado a cercare una bandiera italiana e la metto come foto!

(Ho trovato chi gentilmente mi ha concesso una foto delle Frecce Tricolori, grazie Armando di gazzettadipistoia).

Potresti essere interessato anche a :

5 Comments

  • Reply Ilaria 24 maggio 2014 at 14:11

    Letto, “piacciato”, condiviso e approvato! Ho scritto anch’io riguardo il voto (io ho scritto anche per chi voto :P) … Ma per chiunque si decida di votare, l’importante è farlo!
    Grande Laura! Bel post… 🙂

  • Reply mami 24 maggio 2014 at 15:50

    Nessuna scusa hai ragione! Tu però gli fai un baffo ai nostri politici ! E mi piaci molto più di loro!

    • Reply islaura 24 maggio 2014 at 18:26

      E’ perchè sei mia amica <3 <3 <3
      Grazie Vale 🙂 🙂 🙂

  • Reply Michele 28 maggio 2014 at 10:15

    Tu sei troppo forte.
    Un cugino.

    • Reply islaura 28 maggio 2014 at 10:26

      …e che cugino!!!

    Leave a Reply