bracciale, feltro, lana, tutorial, tutorial uncinetto, uncinetto, video

Bracciale pied de poule a crochet

7 ottobre 2013

IMG_4002 6401

Quest’inverno andrà di moda il pied de poule, letteralmente in francese “piede di gallina”.

Non è stato inventato ora questo motivo di trama e ordito originariamente in bianco e nero, anzi ha origini lontane, intorno ai primi anni del secolo scorso. Lavorando 4 fili di lana cardata o pettinata bianchi e 4 fili neri si ottengono disegni geometrici da riprodurre in sequenza optical.

Io me li ricordo i pantaloni in pied de poule degli anni ’70, pungevano da matti, erano importabili. Anche perché era pura lana di pecora ( che mi pareva più lana di roccia) e mia madre si impegnava a realizzare calzoni dal taglio maschile e riga tirata con il lapis.

Quanto li odiavo, mi sembrava di indossare un cactus, io che non sopporto neanche i collant figuriamoci i calzoni in materiale pecorino. Mi piaceva da impazzire la fantasia, e non è bastato che la genitrice mi dicesse che al freddo non sentissi più nulla e lavandoli si sarebbe attenuato il grattamento, li ho accantonati molto presto e al solo pensiero riemergono immagini di isterismo da indossamento del famoso “piede di gallina”.

A me il black and white fa impazzire come i disegni geometrici, sarà per facilità, sarà per gli  studi, o sarà che non sono capace a disegnare a mano libera e il colore ho imparato ad amarlo in vecchiaia.

Insomma ho questo amore spassionato e non corrisposto dal materiale di allora, ma oggi siamo fortunati e possiamo indossare tranquillamente il pied di poule in  filati meno urticanti.

Ho provato a farne un bracciale in lana (no cactus) e poi per dargli consistenza l’ho infeltrito con acqua calda e sapone. In pratica ho realizzato di un bangle in lana a crochet in fantasia pied di poule. Ecco come fare.

Occorrente:

  • lana da infeltrire nei colori desiderati, i miei sono 1 gomitolo di lana grigia e 1 panna
  • uncinetto
  • forbici e ago
  • sapone di Marsiglia e acqua calda

schema pied de poule a croche

Lavorare la lana con un uncinetto più piccolo di quello consigliato e seguire lo schema, questo per conferire rigidità al bracciale. La lunghezza della catenella è personale, dovete tener conto che deve passare dalla mano e che il modulo venga corretto. Se poi lo infeltrirete  fatelo un po’ più grande perché la lana ritira a contatto con l’acqua calda e il sapone.

Seguire lo schema iniziando con una riga di catenella e proseguire lavorando a giro chiudendo il primo giro con un punto bassissimo.

Dal secondo giro a salire lavorando a punto basso alternando i colori come nello schema. Il modulo da ripetere è quello disegnato in verde e nero.

L’ultimo giro è eseguito a punto basso, tagliare il filo, sfilare e fissare con l’ago i capi.

bracciale a crochet pied de poule

bangle a crochet pied de poule

Qui sopra lo potete vedere indossato appena realizzato e prima di essere infeltrito.

lana infeltrita

Io ho voluto infeltrirlo, bagnandolo con acqua calda e massaggiandolo con sapone di Marsiglia. Dopo qualche minuto è uscito così.

bracciale a crochet a pied de poule

bracciale a pied de poule a crochet

bracciale a pied de poule a crochet infeltrito

Non punge e io sono contentissima!

Devo dire che tante mi avete chiesto il cambio colore a crochet e ne ho fatto un video:

Potresti essere interessato anche a :

16 Comments

  • Reply firmatocarla 7 ottobre 2013 at 11:08

    Innanzitutto ho scoperto ora da te cosa cavolo significa quel nome lì…grazie, non è mai troppo tardi.
    Poi…bellissimo! I colori, il materiale, la consistenza…fantastìc!!
    Un bangle invernale!!

    • Reply islaura 7 ottobre 2013 at 11:23

      Ciao Carla.
      Mi sono tirata giù il disegno e l’ho fatto, mi piaceva troppo l’idea. E poi si fa veramente in poco tempo!
      Un abbraccio, sono contenta che ti piaccia!
      🙂

  • Reply NickyMiranda 7 ottobre 2013 at 13:12

    Li avevo anch’io quei pantaloni e li odiavo come te…Mi deprimevano oltremodo!Il bracciale invece me gusta tantissimo!:-)))

    • Reply islaura 7 ottobre 2013 at 14:21

      Grazie Nicky!!!

  • Reply marina genovesi 7 ottobre 2013 at 16:50

    Bellissimo, devo farlo!!!
    Sempre più creativa, mia cara!

    • Reply islaura 7 ottobre 2013 at 16:54

      Grazie Marina , grazie di cuore <3

  • Reply viaormea150 7 ottobre 2013 at 19:15

    stupendo!!!

    • Reply islaura 7 ottobre 2013 at 19:19

      Grazie, Elisa!!!:)

  • Reply PATPATRIZIA 8 ottobre 2013 at 10:58

    … BELLISSIMO LAURA… MA IL CAMBIAMENTO DI FILO…. MI STRUGGE IL PENSIERO…

    • Reply islaura 8 ottobre 2013 at 13:09

      Mi sa che dovrò fare un altro tutorialino 😉
      Appena riesco lo faccio, Patrizia 🙂
      Mi Aspetti? 😉
      Baci!!

  • Reply DIDA 8 ottobre 2013 at 11:28

    vorrei avvicinarmi a questa tecnica, ma ho una domanda da fare: la lana da infeltrire è di un tipo specifico o si può usare lana qualunque? ne ho un bel po’ di scorta e vorrei utilizzarla. grazie e complimenti come al solito.

    • Reply islaura 8 ottobre 2013 at 13:14

      Ciao Dida, sai che io l’ho comprata per sbaglio?
      Non è ritorta ed è proprio apposta per l’infeltrimento… era su di un banco del mercato e cercavo della lana grossa, poi l’ho infeltrita e poi mi sono accorta che nelle istruzioni all’interno dell’etichetta c’erano le istruzioni per l’infeltrimento. Sono un genio del male 😉 ma il tedesco non lo capisco proprio.
      In effetti è lana tedesca 😉
      Non so che dirti per quanto riguarda l’altra lana questa che ho usato non è ritorta e lana al 100%!

      Bacissimi!

  • Reply Aurora 23 gennaio 2014 at 16:46

    Resto a bocca aperta…mi piace da impazzire…ma…ma io non so proprio lavorare ad uncinetto e la cosa mi urta parecchio…vorrei tanto imparare,sapresti indirizzarmi sul dove trovare qualche nozione di base?

    • Reply islaura 23 gennaio 2014 at 17:16

      Ciao Aurora, guarda io tenterei con dei video.
      Ho digitato su You tube “corso uncinetto” e ho trovato questa serie di video: http://www.youtube.com/results?search_query=corso%20uncinetto&sm=1.
      Cerca magari quello che ti è più congeniale 😉

      Fammi sapere. Laura

      • Reply Aurora 24 gennaio 2014 at 14:47

        Graaaaazzzzzzzieeeeee! E buon compleanno per oggi!

        • Reply islaura 25 gennaio 2014 at 14:47

          Grazie 🙂

    Leave a Reply